sabato, 12, Giugno, 2021

Raggi ultravioletti: una minaccia per la salute degli occhi

Maggio è il mese della sensibilizzazione ai raggi ultravioletti

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

L’esposizione prolungata ai raggi ultravioletti (raggi UV) può danneggiare il delicato tessuto oculare e provocare dei danni irreversibili alla vista. I raggi UV possono provenire da molte direzioni. Si irradiano direttamente dal sole ma vengono riflessi anche dal suolo, dall’acqua, dalla neve, dalla sabbia e da altre superfici luminose.

Esistono due tipi di raggi UV: UV-A e UV-B.

I raggi UV-A possono danneggiare la visione centrale cioè la macula, la zona più importante della retina. È quella parte della retina che permette di avere la visione distinta ovvero di distinguere le forme, i colori e cosi via.  
I raggi ultravioletti B sono assorbiti dalla parte anteriore dell’occhio attraverso la cornea e il cristallino. Questi raggi possono causare danni maggiori rispetto ai raggi UV-A.

Quali problemi possono causare agli occhi i raggi UV?

Degenerazione maculare. I raggi UV possono portare alla degenerazione maculare, una delle principali cause di perdita della visione centrale.

Cataratta. I raggi UV, in particolare i raggi UV-B, possono causare alcuni tipi di cataratta. La cataratta è una opacizzazione del cristallino naturale dell’occhio, la parte dell’occhio che focalizza la luce sulla retina.

Pterigio. Un altro problema correlato ai raggi UV è una crescita anomala del tessuto congiuntivale sulla cornea con tendenza ad infiammarsi.

Cancro della pelle. Anche il cancro della pelle intorno alle palpebre è collegato a una prolungata esposizione ai raggi UV.

Cheratiti da esposizioni o scottature corneali. La scottatura corneale, chiamata fotocheratite, è il risultato di un’elevata esposizione nel breve termine ai raggi UV-B. Lunghe ore in spiaggia o a sciare senza un’adeguata protezione per gli occhi possono causare questo problema. Può essere molto doloroso e può causare una perdita temporanea della vista.

Come proteggere gli occhi dai raggi UV

  • Avere consapevolezza del pericolo dei raggi UV
  • Indossare occhiali da sole
  • Indossare un cappello durante le ore più esposte

Un cappello o un berretto a tesa larga bloccherà circa la metà dei raggi UV e può anche limitare i raggi UV che colpiscono gli occhi dall’alto o intorno agli occhiali. Inoltre importante è anche l’uso di occhiali che assorbono i raggi UV e danno la massima protezione mantenendo in sicurezza gli occhi.

Dr. Gregorio Lo Giudice, Oculista

Fonte: Awareness, Understanding, Use, and Impact of the UV Index: A Systematic Review of Over Two Decades of International Research; Photoprotection of the eye – UV radiation and sunglasses (PubMed)

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

323FansMi piace
Gregorio Lo Giudicehttp://www.gregoriologiudice.it
Medico Oculista ARNAS Ospedale Civico di Palermo - cellulare: 331 144 6151

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...