mercoledì, 9, Settembre, 2020

Le proprietà del carciofo

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

Il Carciofo è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Composite (o Asteracee). È un ortaggio molto comune nel meridione d’Italia e particolarmente in Sicilia e Sardegna.
Un ortaggio particolarmente versatile in cucina, in Sicilia, viene consumato come antipasto, primo, secondo, contorno o piatto unico in ricette particolarmente varie e gustose. Ma è anche ricco di diverse proprietà benefiche che ne fanno un prodotto molto usato in fitoterapia.

Le origini della pianta sono incerte anche se il nome italiano possiede una radice araba.
La pianta ha un’altezza che varia dai 50 ai 150 cm con foglie grandi e spinose e termina in infiorescenzeFiore_di_Carciofo poste su fusti carnosi e striati. Se raggiungono la piena maturazione le infiorescenze appaiono con le caratteristiche setole azzurre violacee.
La parte commestibile si chiama capolino (volgarmente inteso come carciofo propriamente detto). Il capolino comprende una parte basale carnosa sul quale sono inseriti i fiori azzurrini inframmezzati a numerose setole bianche e traslucide, il cosidetto “pappo” (quella che viene chiamata volgarmente barba o peluria). Sul ricettacolo si inseriscono le brattee o squame, embricate l’una sull’altra. Le più interne, tenere e carnose, sono anch’esse commestibili.

Proprietà benefiche del carciofo
Il Carciofo e le sue proprietàIl carciofo è un alimento considerato da sempre tonico e digestivo, per questo usato come componente di molti liquori digestivi definiti “amari”.  Anche se qualcuno si lamenta di una certa flatulenza dopo il loro consumo, una delle proprietà che lo contraddistinguono è proprio l’alta digeribilità. Probabilmente anche grazie al contenuto di fibre che ne favoriscono il passaggio nell’apparato digerente.

La Sicilia è ricca di ricette per cucinare i carciofi. Come antipasti, condimento della pasta, o secondi molto gustosi.
Leggi le ricette tradizionali, suPalermo in Tavola” di palermoviva.it.

Dal punto di vista chimico, questo ortaggio della cucina povera di un tempo, possiede notevoli elementi benefici legati alla funzione epatica e renale. I derivati dell’acido caffeico, i flavonoidi e i lattoni presenti nel carciofo sono sostanze in grado di stimolare la produzione e la secrezione di acidi biliari. Questi sono fondamentali per la digestione degli acidi grassi. Verrebbero così abbassati i livelli del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue. L’azione antiossidante ed epatoprotettrice è dovuta anche ad una certa presenza di cinarina e di flavonoidi. Sono presenti inoltre sali minerali, in particolare potassio, magnesio, calcio e fosforo, e piccole quantità di vitamine B e C e di ferro. Dunque un vero e proprio concentrato di salute.
Niente paura se dopo una bella scorpacciata di carciofi ci verrà più spesso lo stimolo di urinare, è l’effetto diuretico del carciofo e di certo i nostri reni ne trarranno beneficio.

Saverio Schirò

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

309FansMi piace
Saverio Schirò
Saverio Schirò
Infermiere esperto in Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione, curatore del Sito.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...

Le vitamine: come funzionano e quando integrarle

Le vitamine sono elementi essenziali per la nostra salute e dal momento che l’organismo non è generalmente in grado di produrle, esse devono essere...

Illuminazione e salute: come scegliere le luci giuste per la nostra casa

Luce e biologia sono strettamente collegate. Gli esseri viventi, dalle piante agli animali, regolano il loro orologio biologico sull'alternarsi del giorno e della notte....

Prevenzione del Tumore colon-rettale, un semplice gesto può salvarti la vita

Quando si parla di cancro vengono i brividi, i numeri sono impressionanti e in questi ultimi tempi il fenomeno sembra tornato in primo piano:...

Dimagrire correndo

Secondo quanto scoperto da un gruppo di ricercatori danesi , se si vuole dimagrire, bastano solo mezz’ora di corsa, di cyclette o semplicemente di...

Il pacemaker cardiaco: com’è fatto e come funziona

Oggi nel mondo sono moltissime le persone che hanno avuto impiantato un pacemaker cardiaco e grazie a questo piccolo dispositivo elettronico possono condurre una...

Lo Screening per la prevenzione dei tumori

Cosa è lo screening? Lo Screening è un intervento pianificato di salute pubblica che invita gruppi di popolazione apparentemente sana a sottoporsi a specifici test diagnostici, allo...

Papilloma virus: conoscerlo per non temerlo

Continua il progetto 'HPV ...conoscerlo per non temerlo', lanciato lo scorso settembre dalla LILT - Lega Italiana Lotta ai Tumori di Palermo, che mette...

Farina integrale o raffinata: impariamo a scegliere

Spesso sentiamo parlare di differenze sostanziali tra farina integrale o quella raffinata. Molto dipende dalla differenza dei cereali da cui viene prodotta. La possibilità...