sabato, 31, Ottobre, 2020

L’anguria: fresca, dissetante e salutare

Scopriamo come poter sfruttare al massimo i benefici di questo frutto senza i piccoli disturbi che il suo consumo può dare.

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

Anguria: Dissetiamoci con gusto
Di forma sferica oppure ovoidale, caratterizzata da classico colore verde scuro striato, l’anguria è il frutto della stagione estiva. Amato da molti per le sue proprietà dissetanti, diuretiche e drenanti, ma ben poco tollerato da coloro i quali soffrono di sindrome di colon irritabile o hanno problemi di digestione. Scopriamo insieme come poter sfruttare al massimo i benefici di questo frutto e come poter bypassare i piccoli disturbi che il suo consumo può dare.

Valori nutrizionali e proprietà
Originario dell’antico Egitto, dell’anguria si conoscono circa 50 specie tutte caratterizzate dall’alto contenuto in acqua, 95,3gr/100gr che spiega il suo potere dissetante ed allo stesso tempo, drenante. I carboidrati sono presenti nella quantità di 3,7gr/100gr di prodotto, mentre sono 0,2gr/100gr le fibre presenti.
anguriaBasso è l’apporto calorico pari a circa 16kcal/100gr. Questo frutto è adatto ai soggetti ipertesi, infatti il contenuto in sodio è di circa 3mg/100gr, mentre è alto l’apporto in potassio (280mg/100gr) tale concentrazione fa si che l’anguria sia un alimento adatto a contrastare la perdita di questo minerale dopo una intensa sudorazione come quella tipica della stagione estiva o dopo uno sforzo, stress e attività fisica, ma anche per fronteggiare il fastidioso problema dei crampi muscolari.
Alto è anche l’apporto in vitamina A (37microgr/100gr), importante antiossidante necessario per combattere i radicali liberi, e quindi per favorire la rigenerazione cellulare, la formazione delle ossa ed infine svolge un’azione protettiva sulla visione.

Attenzione alla digestione!
Pur essendo molto gustoso, il problema principale di questo frutto è la sua digestione. Ciò è riconducibile proprio all’alto contenuto in acqua responsabile dell’eccessiva diluizione dei succhi gastrici soprattutto se l’anguria viene mangiata a fine pasto. Per ovviare questo problema, quindi si consiglia di non concludere il pasto con questo frutto. Inoltre l’anguria è particolarmente vietata a coloro i quali soffrono di sindrome di colon irritabile perchè ne peggiorerebbe la sintomatologia.

Anguria da bere
L’anguria può essere l’ingrediente base per la preparazione di una bevanda dissetante per fronteggiare la calura estiva. Prendete mezza anguria, privatela dei suoi semi. Tagliate il frutto a pezzetti e frullatelo con l’aiuto di un frullatore ad immersione.
Se volete potete filtrare il tutto con l’aiuto di un colino. Aggiungete al frullato il succo di un limone. Mescolate bene, e lasciate riposare in frigo per almeno un paio di ore.
Servite adagiando sul frullato alcune foglioline di menta oppure una spolverata di cannella.

Dr.ssa Valentina Schirò
Biologa Nutrizionista Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

309FansMi piace
Valentina Schiro
Valentina Schiro
Biologa Nutrizionista. Specialista in Scienza dell’Alimentazione. IMPORTANTE!: I contenuti dell'articolo hanno uno scopo esclusivamente informativo e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione a casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...

Vivere con la sindrome di Brugada

Se hai avuto diagnosticata la sindrome di Brugada o si sospetta che tu o un tuo familiare la abbia, capisco che sarai nella confusione...

Illuminazione e salute: come scegliere le luci giuste per la nostra casa

Luce e biologia sono strettamente collegate. Gli esseri viventi, dalle piante agli animali, regolano il loro orologio biologico sull'alternarsi del giorno e della notte....

Psicologia: quali terapie?

Il termine “creativo”, rimanda alla funzionalità dell’emisfero destro, sollecitato nel momento in cui ogni soggetto si trova, nella comprensione e decodifica della realtà, a...

Il nuoto, sport per tutte le età

Nuotare è un esercizio aerobico, impegna quasi tutti i muscoli del corpo in maniera globale e funzionale, senza sovraccaricare nessuna parte specifica, perché il...

La fibrillazione atriale: quello che c’è da sapere per gestirla al meglio

Che cosa è la fibrillazione atriale? Nel cuore ogni impulso viene generato in un punto ben preciso dell’atrio destro chiamato nodo del seno, un gruppo...

L’osteoporosi: fattori di rischio, prevenzione e rimedi

L’osteoporosi è una malattia  dello scheletro, caratterizzata da una ridotta massa ossea e dal deterioramento della microarchitettura del tessuto osseo, con aumento della fragilità e predisposizione alle fratture,...

Scrivici

Ciao. Questa è la pagina dei contatti. Se hai bisogno di capire come si fa una procedura medica, a cosa serve un esame o informazioni...