mercoledì, 9, Settembre, 2020

L’anguria: fresca, dissetante e salutare

Scopriamo come poter sfruttare al massimo i benefici di questo frutto senza i piccoli disturbi che il suo consumo può dare.

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

Anguria: Dissetiamoci con gusto
Di forma sferica oppure ovoidale, caratterizzata da classico colore verde scuro striato, l’anguria è il frutto della stagione estiva. Amato da molti per le sue proprietà dissetanti, diuretiche e drenanti, ma ben poco tollerato da coloro i quali soffrono di sindrome di colon irritabile o hanno problemi di digestione. Scopriamo insieme come poter sfruttare al massimo i benefici di questo frutto e come poter bypassare i piccoli disturbi che il suo consumo può dare.

Valori nutrizionali e proprietà
Originario dell’antico Egitto, dell’anguria si conoscono circa 50 specie tutte caratterizzate dall’alto contenuto in acqua, 95,3gr/100gr che spiega il suo potere dissetante ed allo stesso tempo, drenante. I carboidrati sono presenti nella quantità di 3,7gr/100gr di prodotto, mentre sono 0,2gr/100gr le fibre presenti.
anguriaBasso è l’apporto calorico pari a circa 16kcal/100gr. Questo frutto è adatto ai soggetti ipertesi, infatti il contenuto in sodio è di circa 3mg/100gr, mentre è alto l’apporto in potassio (280mg/100gr) tale concentrazione fa si che l’anguria sia un alimento adatto a contrastare la perdita di questo minerale dopo una intensa sudorazione come quella tipica della stagione estiva o dopo uno sforzo, stress e attività fisica, ma anche per fronteggiare il fastidioso problema dei crampi muscolari.
Alto è anche l’apporto in vitamina A (37microgr/100gr), importante antiossidante necessario per combattere i radicali liberi, e quindi per favorire la rigenerazione cellulare, la formazione delle ossa ed infine svolge un’azione protettiva sulla visione.

Attenzione alla digestione!
Pur essendo molto gustoso, il problema principale di questo frutto è la sua digestione. Ciò è riconducibile proprio all’alto contenuto in acqua responsabile dell’eccessiva diluizione dei succhi gastrici soprattutto se l’anguria viene mangiata a fine pasto. Per ovviare questo problema, quindi si consiglia di non concludere il pasto con questo frutto. Inoltre l’anguria è particolarmente vietata a coloro i quali soffrono di sindrome di colon irritabile perchè ne peggiorerebbe la sintomatologia.

Anguria da bere
L’anguria può essere l’ingrediente base per la preparazione di una bevanda dissetante per fronteggiare la calura estiva. Prendete mezza anguria, privatela dei suoi semi. Tagliate il frutto a pezzetti e frullatelo con l’aiuto di un frullatore ad immersione.
Se volete potete filtrare il tutto con l’aiuto di un colino. Aggiungete al frullato il succo di un limone. Mescolate bene, e lasciate riposare in frigo per almeno un paio di ore.
Servite adagiando sul frullato alcune foglioline di menta oppure una spolverata di cannella.

Dr.ssa Valentina Schirò
Biologa Nutrizionista Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

309FansMi piace
Valentina Schiro
Valentina Schiro
Biologa Nutrizionista. Specialista in Scienza dell’Alimentazione. IMPORTANTE!: I contenuti dell'articolo hanno uno scopo esclusivamente informativo e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione a casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...

L’emicrania e la sua genesi

L’emicrania è una patologia neurologica cronica caratterizzata da ricorrenti cefalee (volgarmente chiamati “mal di testa”), che può andare da moderato a grave, spesso associandosi...

Il piatto sano per un’alimentazione salutare

La salute e il benessere di ogni persona passano attraverso l'attenzione a tavola: un piatto sano assicura una alimentazione salutare. Riempi metà del tuo piatto...

Sono efficaci i farmaci generici?

Egr. dottore, vorrei il suo parere sui farmaci generici usati nelle terapie cardiologiche. Sento spesso dire che sono meno efficaci di quelli prodotti dalle case farmaceutiche...

Il nuoto, sport per tutte le età

Nuotare è un esercizio aerobico, impegna quasi tutti i muscoli del corpo in maniera globale e funzionale, senza sovraccaricare nessuna parte specifica, perché il...

Un piccolo rigonfiamento sulla palpebra: calazio o orzaiolo?

Ti sei svegliato ed hai notato una piccolo rigonfiamento sulla palpebra o una piccola tumefazione all’esterno che corrisponde a puntina all’interno della rima palpebrale?...

Gli allarmi nei defibrillatori impiantabili

I moderni defibrillatori impiantabili svolgono la maggior parte delle loro funzioni in modo automatico. Percepiscono l'attività cardiaca, battito a battito, pronti ad intervenire se...

Calli, duroni, tilomi, occhi di pernice: le ipercheratosi

A chi non è mai capitato di sentire un dolore intenso al piede indossando una certa calzatura o dopo una lunga camminata? Spesso il...

Come tornare in forma: al meglio della tua condizione!

La vita è quella cosa che ci accade mentre siamo occupati a fare altro. Troppo spesso invece le cose accadono senza che ne siamo consapevoli....