venerdì, 30, Ottobre, 2020

I cibi che proteggono dal cancro

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

Il cancro è una malattia genetica ad eziologia multifattoriale risultante dall’interazione tra fattori genetici e fattori ambientali quali: stile di vita scorretto e agenti inquinanti di tipo chimico, fisico e biologico. Numerosi studi indicano che una gran parte dei tumori si sviluppa in seguito all’esposizione a fattori di rischio ambientali, in particolare a causa di abitudini dietetiche errate. Secondo l’American Institute for Cancer Research (AICR), oltre il 30% dei tumori è direttamente riconducibile all’alimentazione, intesa sia in termini quantitativi (eccesso calorico, associato ad una scarsa attività fisica) che qualitativi.

Cibi-anticancro

Ciò significa che una larga percentuale dei tumori potrebbe essere prevenuta con una dieta corretta ed una scelta mirata e ragionata degli alimenti. Negli ultimi anni si è parlato molto di alimenti “anticancro”, cioè alimenti che contengono sostanze in grado di contrastare la crescita delle cellule maligne o sostanze che aiutano a rinforzare il nostro sistema immunitario a combattere meglio la malattia.

Impariamo a conoscerli ma sopratutto a non farli mancare nella nostra dieta:

1) le fibre migliorano il transito intestinale e diminuiscono la concentrazione di sostanze
cancerogene in questo organo per cui prevengono la formazione di tumori al colon;
2) Carote, zucca, pomodori, patate dolci, spinaci, albicocche, tutti alimenti che contengono i carotenoidi. I carotenoidi possiedono la capacità di annientamento dei radicali liberi che danneggiano il DNA e sopprimono la proliferazione delle cellule maligne. Studi recenti confermano il loro ruolo nella riduzione di cancro al seno;
3) Cavoli, broccoli, cavoletti di Bruxelles, verza, crescione ecc contengono composti detti glucosinolati, che proteggono le cellule dai danni provocati dai cancerogeni e ostacolano lo sviluppo dei tumori; la loro azione preventiva riguarda il cancro alla vescica, al seno, al polmone, al colon-retto e alla prostata;
4) Arance e limoni contengono il limonene, sostanza in grado di stimolare le cellule del sistema immunitario a combattere il cancro. Le arance rosse sono quelle che contengono più antocianine, potenti antiossidanti. Hanno un’importante funzione preventiva, in quanto favoriscono la disintossicazione dell’organismo. Utili nel prevenire i tumori all’esofago e al fegato;
5) Bacche come il mirtillo, sambuco, lampone, fragola e tutti i frutti e ortaggi di colore rosso-viola sono ricchi di antociani, un gruppo di flavonoidi, potenti antiossidanti: neutralizzano i radicali liberi e le molecole ossidanti;
6) Recenti studi su diversi tipi di tumore hanno ottenuto risultati ottimi sulla sostanza ricavata dalla papaia, che sembra essere tossica per le cellule tumorali ma non per le cellule sane;
7) Estratti di alghe sono in grado di rallentare la crescita delle cellule cancerose, grazie alla presenza di fucoidano che induce la morte delle cellule maligne e fucoxantina, con funzioni simili ai carotenoidi;
8) L’aglio contiene composti solforati, allicina e alliina efficaci contro i tumori gastrici. La cipolla inoltre contiene polifenoli come la quercitina che contrastano gli effetti dei cancerogeni;
9) Spezie come la curcuma e lo zenzero contengono sostanze con potere antiossidante e antinfiammatorio;
10) Isoflavoni e lignani contenuti nella soia (anche nei fagioli e ceci). In particolare la genisteina, sembra interferisca con lo sviluppo dei tumori di base ormonale: seno e prostata;
11) Acidi grassi omega 3 e 6 contenuti nel pesce azzurro, noci fresche, semi di lino, olio di oliva, uova sono Implicati nella riduzione dei tumori alla mammella, prostata e colon;
12) Vino rosso, tè verde, cacao sono ricchi di polifenoli, potenti antiossidanti in grado di contrastare la crescita tumorale. Facciamo il pieno di questi “potenti” alimenti e ricordate che alla base del benessere è fondamentale uno stile di vita sano: dieta equilibrata e buona attività fisica.

Dr. Antonio Ciulla
Medico Chirurgo

Fonte: Nell’attesa Settimanale d’Informazione Socio-Sanitaria dell’ A.N.I.O. Onlus

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

309FansMi piace

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...

Papilloma virus: conoscerlo per non temerlo

Continua il progetto 'HPV ...conoscerlo per non temerlo', lanciato lo scorso settembre dalla LILT - Lega Italiana Lotta ai Tumori di Palermo, che mette...

Otite o disturbi da cellulare?

Caro dottore, ho 35 anni e da piccola, avevo circa un anno, quando mia madre si è accorta che avevo l’otite, poi diagnosticata dal...

La sindrome sgombroide: intossicazione da tonno

L'intossicazione causata dal consumo di tonno si chiama Sindrome Sgombroide ed è bene sapere che non sono solo i pesci freschi a causarla ma...

Alito cattivo: come curarlo

Aiuto Dottore! Ho scoperto casualmente e con molto dispiacere di avere un alito pessimo. Nessuno me lo faceva notare per delicatezza e così ho convissuto con...

Salute e benessere, tra informazione e disinformazione: a chi credere?

Mia suocera ogni tanto mi informa allarmata: “Hai sentito? Quel prodotto è cancerogeno” oppure "Quel cibo fa abbassare il colesterolo” o ancora che "bere...

La Stevia, una pianta da coltivare a casa e usare al posto dello zucchero…

È ancora poco pubblicizzata, ma di questa pianta ne sentiremo parlare ancora. Ci riferiamo alla Stevia, una piccola pianta originaria dei Paesi latino-americani dove...

Vivere con il defibrillatore: una guida per i pazienti portatori di ICD

Il defibrillatore impiantabile (ICD) è un dispositivo metallico di piccole dimensioni, simile ad un pacemaker ma un poco più grande. Oltre alla funzione pacemaker,...

Donazioni di organi in Sicilia

Grazie ad un protocollo aumentano le donazioni di organi in Sicilia La donazione degli organi è uno dei gesti che più onorano la persona nei...