domenica, 20, Settembre, 2020

Come tornare in forma: al meglio della tua condizione!

Aggiornato al:

Autore:

Categoria:

La vita è quella cosa che ci accade mentre siamo occupati a fare altro.
Troppo spesso invece le cose accadono senza che ne siamo consapevoli. E la vita scorre via mentre neppure ce ne accorgiamo.
Cosa c’entra con lo stare in forma? C’entra eccome. Stare in forma significa stare bene con se stessi e non è solo una questione di peso e bilancia!

Non si tratta di cominciare una dieta ma di riprendere la vita nella nostre mani.

Certo, tutti vorremmo avere un corpo perfetto: ma cominciamo col prendere consapevolezza che è solo una fissazione. Dimentichiamoci la perfezione: siamo perfetti secondo le nostre potenzialità. Se prendiamo come modelli i superfighi o le superfighe che si vedono in TV o nelle riviste, siamo già fuori strada e lo stress è dietro la porta.
A parte la predisposizione genetica dietro c’è tanto allenamento e tantissimi sacrifici: ne vale la pena? sapresti sopportarli? Meglio essere in forma così come sei, come la natura ti ha fatto, al meglio della TUA condizione, la tua e non quella degli altri.
Non ti devi scoraggiare se ci hai provato e non è andata bene: ricorda che cambiare il tuo aspetto è possibile a patto che tu sia pronto a cambiare.

ciclista stanco

Il cambiamento deve partire dalla tua mente, da una tua decisione, deve essere davvero desiderato e deve cominciare da piccole cose, piccoli passetti, uno alla volta. Se hai impiegato anni e anni per  prendere chili e diventare pigro e sedentario non pretendere di invertire la rotta come per magia. Ci vuole tempo.
Se cominciamo a fare progetti di diete ferree, palestra, corsi, appuntamenti e via dicendo, già ci scoraggiamo e partiamo sconfitti perché pensiamo ai sacrifici, ai costi e agli impegni. Tutto presto svanisce e la pancetta rimane.
Qualcosa va fatto, è chiaro, ma secondo le nostre possibilità, senza sacrifici impossibili.
Se sei gravemente obeso o in uno stato di sovrappeso notevole, allora devi rivolgerti ad uno specialista del settore, un medico dietologo o un nutrizionista esperto. Smetti di leggere e datti da fare sul serio, senza il “fai da te” o i miracoli promessi in Rete o nelle pubblicità.
Se invece si tratta di un sovrappeso leggero o solo la necessità di rimetterti in forma, allora forse la prima cosa da fare è dimenticare la bilancia. Lo stare bene non è una questione di chili: perdere peso e tornare in forma non significa dimagrire, perché se cominci a diventare più tonico, con una massa muscolare più efficiente e più consistente in realtà il tuo peso potrebbe anche aumentare (i muscoli pesano più del grasso!).
Quello che conta è l’aspetto e la sensazione che si ha di se stessi. Quando cominci a cambiare, tu stesso lo avvertirai semplicemente guardandoti allo specchio ma saranno soprattutto gli altri ad accorgersi che stai bene.

Adesso, senza travalicare in campi che non sono di mia competenza (ci sono gli esperti per questo) voglio darvi solo alcune indicazioni che possono esservi utili per quello che riguarda l’alimentazione e l’attività motoria necessari al nostro organismo.
Ma se davvero volete riprendere il controllo della vostra vita, cominciate sin da adesso a prenderne coscienza. Possiamo già cominciare da subito: mangia un po’ meno e soprattutto muoviti di più: un piano di scale o un breve tratto di strada consumano circa 200 calorie, nel giro di un anno significano chili in più. Come pensi che li abbiamo accumulati?

Ti possono interessare anche:

Come dimagrire… senza soffrire
A quale categoria apparteniamo: Normali, sovrappeso o obesi?
Perché ingrassiamo? Ovvero cosa è la fame?
Consigli per una buona alimentazione 
L’attività fisica che fa bene



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Rimani sempre aggiornato, seguici...

310FansMi piace
Saverio Schirò
Saverio Schirò
Infermiere esperto in Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione, curatore del Sito.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Scrivi il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare...

Insufficienza venosa: impariamo a conoscerla e a prevenirla

Gli alleati della circolazione venosa Il nostro corpo possiede dei sofisticati sistemi di “pompaggio” che aiutano e consentono il ritorno del sangue proveniente dalle gambe...

L’equitazione come gioco, il cavallo come terapia

Il potere terapeutico degli animali è riconosciuto ormai da tempo. Il contatto con un animale come il cavallo, libero ed imprevedibile, ha da sempre...

La Stevia, una pianta da coltivare a casa e usare al posto dello zucchero…

È ancora poco pubblicizzata, ma di questa pianta ne sentiremo parlare ancora. Ci riferiamo alla Stevia, una piccola pianta originaria dei Paesi latino-americani dove...

Ablazione transcatetere (ATC)

L'ablazione transcatetere, chiamata ATC, è una procedura che si mette in atto per eliminare definitivamente numerose aritmie cardiache che oltre a costringere chi ne...

È autismo? Che fare?

La sindrome autistica è un disturbo devastante che compromette aree fondamentali di vita come la comunicazione, la relazione ed il comportamento e che si manifesta...

Il sale, tra cucina e superstizioni

Il suo nome chimico è Cloruro di sodio (NaCl) ed è un composto di sodio e cloro. Quello che usiamo comunemente in cucina è...

La Pubalgia: sintomi e cure

La pubalgia, è una patologia dolorosa interessante la regione pubica, colpisce frequentemente soggetti sportivi ed è causata  da una degenerazione dell’inserzione dei tendini dei muscoli...

Psicologia: quali terapie?

Il termine “creativo”, rimanda alla funzionalità dell’emisfero destro, sollecitato nel momento in cui ogni soggetto si trova, nella comprensione e decodifica della realtà, a...